Dieta per il benessere del fegato

 

Una dieta equilibrata è indispensabile per mantenere il fegato in salute e per supportare pazienti con problemi epatici.  La dieta bilanciata è necessaria per fornire al fisico i giusti nutrienti ed evitare sia l’aumento di trigliceridi e colesterolo cattivo (LDL)  sia problemi di malnutrizione. Inoltre vanno sfatate  alcune credenze del passato che  imputavano come colpevoli di danno epatico alcuni alimenti, soprattutto uova e grassi. Infatti gli unici alimenti che hanno un accertato ruolo nel danno epatico sono

  • alcool
  • tossine contenute in alcuni funghi
  • eccessive quantità di zucchero

Alcuni pregiudizi dietetici consolidati nella nostra cultura derivano da una scorretta interpretazione di pubblicazioni scientifiche. Ad oggi queste credenze sono state rivalutate e si è giunti alla conclusione che ciò che conta per proteggere il fegato è una dieta equilibrata e con un bilanciato apporto nutritivo.

L’infiammazione al fegato o “epatite” può essere causata da virus, farmaci, alcool o scorretta alimentazione. Il paziente affetto da epatite ha bisogno di un sostentamento nutritivo equilibrato e completo, evitando vecchie credenze del passato in cui si raccomandavano diete ad eliminazione.  In caso di epatite (acuta o cronica) il rischio di malnutrizione e anoressia è elevato sia per una condizione di malessere sia per la difficoltà del paziente ad aderire ad una dieta.

La strategia migliore è quella di trovare delle soluzioni alimentari equilibrate e sostenibili per la persona.

Per un corretto benessere del fegato e in presenza di epatiti è quindi consigliata una dieta sana ed equilibrata. L’integrazione nutrizionale con proteine del siero del latte può essere utile a seconda dei casi, sia in ambito di prevenzione che come affiancamento alla terapia medica. Infatti, le proteine del siero del latte (whey protein):

  • hanno un apporto proteico completo in cui sono presenti tutti gli aminoacidi essenziali (EAA) compresi gli aminoacidi a catena ramificata (BBCA)
  • contengono sostanze con attività antivirale: lattoferrina, lattoalbumina e lattoglobulina.

 

Una dieta efficace è possibile solo se si trova la giusta soluzione individuale!

 

  1. Eugenio del Toma. Prevenzione e Terapia dietetica. Il pensiero scientifico Editore.
  2. Bun Ng et al. Antiviral activities of whey proteins. 2015
  3. Badr et al. Why whey? Camel whey protein as a new dietary approach to the management of free radicals and for the treatment of different health disorders. 2017
mm

Author Serena

Ciao sono Serena, Health Coach, Personal Nutrition trainer ed esperta in Analisi del Microbiota. Il mio compito è quello di aiutare le persone a trovare il corretto stile di vita e alimentazione attraverso dati oggettivi ottenuti da analisi di disbiosi intestinale (microbiota) e genetiche.

More posts by Serena